Vai al contenuto

Ungheria: sindacalisti del settore pubblico licenziati in un attacco senza precedenti

In collaborazione con MASZSZ, la più grande confederazione sindacale in Ungheria che rappresenta i lavoratori del settore privato e pubblico ed è affiliata alla CES e alla CIS.

Il 13 gennaio, durante il ciclo di negoziati salariali, sono stati licenziati 4 sindacalisti dall’amministratore delegato della Fővárosi Közterület-fenntartó Nonprofit - FKFZrt (Società di capitale per la manutenzione del settore pubblico). I rappresentanti sindacali hanno chiesto un aumento di salario equo ed hanno manifestato la loro disponibilità a ricorrere allo sciopero a causa della disaffezione dei lavoratori. Come risposta, István Csontos, amministratore delegato della società per la gestione dei rifiuti, della pulizia e dell’igiene delle aree pubbliche nella capitale Budapest, non solo ha licenziato 4 colleghi, ma li ha anche chiusi fuori dagli uffici del sindacato. András Király, segretario del sindacato aziendale, uno dei sindacalisti licenziati e, inoltre, presidente del Sindacato dei Lavoratori Municipali HVDSZ2000 e membro del presidio del MASZSZ. Il sindacato, con l’aiuto del MASZSZ e delle organizzazioni sindacali affiliate, continua a cercar e un modo per risolvere il conflitto. Questo atto rappresenta una misura che non ha precedenti in una società pubblica del settore pubblico. I sindacalisti ungheresi temono che questo atto stia aprendo una nuova era di condotta antisindacale nel Paese.

Vai ad Act Now per sottoscrivere l'appello  ACT NOW