Vai al contenuto

fonte  Inchiestaonline.info

Franco Di Giangirolamo: Tag der Deutschen Einheit

Nelle immagini marionette giganti per la festa di riunificazione della Germania a Berlino

Oggi, tre ottobre, si festeggia la riunificazione della Germania. I risultati delle elezioni politiche, sarebbero già sufficienti a fotografare „lo Stato dell’Unione“. Senza entrare nella complessa disamina del voto, basti dire che , nelle 6 regioni della ex DDR, i partiti che alcuni vorrebbero definire come rappresentanti degli opposti estremismi (Die Linke e AfD) rappresentano il 40% dell’elettorato, una consistenza elevatissima rispetto ai Laender occidentali. Inoltre, in non pochi collegi elettorali entrambe i partiti hanno raggiunto percentuali del 30, 35%. A Berlin, che non perde mai il palma res di metropoli di sinistra, i Die Linke toccano il 18,8% e sono il secondo partito dopo la CDU (22.7%) e lasciano al terzo posto la SPD che arriva a poco meno del 18%, pur essendo il partito che esprime il Sindaco Metropolitano.

In questa colorazione elettorale, dominata dal Nero di quelli che noi chiameremmo „democratici cristiani“, e da concentrazioni di rosa socialdemocratico, di verde ambientalista e di giallo liberale, le regioni dell’Est hanno una connotazione del tutto anomala e specifica che lasciano pensare ad esperienze fallite.

Se il reddito procapite all’Est è di 18.465 euro e all’Ovest è di 22.312 euro, se all’Est la disoccupazione è al 7,1% (non tenendo conto della precarietà dilagante) e all’Ovest è al 5,1%, se i centri di ricerca sono in occidente il triplo che all’oriente, se il pendolarismo da Est verso Ovest è il triplo di quello inverso, se all’Est l’età media degli abitanti è più alta di 4-5 anni, solo per citare alcuni dati, parlare di festa dell’annessione (Anschluss) non è del tutto fuori luogo. ...continua a leggere "Franco Di Giangirolamo: Tag der Deutschen Einheit"