Vai al contenuto

La crisi greca ha messo in luce il disastro politico dell'Europa che si è presentata per quello che è : un nano politico . L'isteria dei leader di Germania e paesi satelliti è pari alla mancanza di una vision geopolitica che vada al di là della contingenza. L'Europa esce, comunque vada, frantumata e più debole incapace di governo continentale. Saranno ancora una volta USA, Federazione Russa e Cina a giocare la grande partita del futuro: è nelle loro mani il progetto del futuro del continente formato da 28 stati incapaci di darsi una strategia. A causa di questo nanismo politico legato alla fede nelle politiche di austerità l'Europa si prepara a tempi molto difficili, drammatici. Non si può dipendere dalle isterie e dalla miopia del governo tedesco. Un'altra europa può emergere da questa crisi, ma a quale prezzo?