Browsed by
Categoria: diritti umani

L’”istinto di classe” del virus di Marco Revelli

L’”istinto di classe” del virus di Marco Revelli

Fonte : Volerelaluna  Napoli – La mensa dei poveri al Santuario del Carmine Che il virus, come la sfortuna, non fosse cieco, anzi ci vedesse benissimo – che fosse dotato di una solida coscienza di classe alla rovescia, colpendo molto più duro in basso che in alto -, l’avevamo capito fin dalla prima ondata. Ce lo dicevano le mappe più che non le tabelle dell’Iss, quelle (poche, purtroppo, ma eloquentissime) con la distribuzione dei contagi per quartieri nelle grandi città,…

Leggi tutto Leggi tutto

COVID-19 e la dipendenza globale dalla manodopera migrante a basso costo

COVID-19 e la dipendenza globale dalla manodopera migrante a basso costo

Fonte Opendemocracy.net La pandemia COVID-19 ha evidenziato la dipendenza strutturale del mondo dalla manodopera sfruttabile. Randall Hansen 6 ottobre 2020 Nel novembre 2019, un funzionario del governo federale ha visitato la Munk School dell’Università di Toronto e ha chiesto alla sua facoltà di delineare le future minacce globali. Abbiamo parlato di disuguaglianza, fame, cambiamento climatico, servizi igienici e inquinamento da plastica, tra gli altri. Nessuno ha menzionato un microbo; una discussione sulla minaccia dell’immunità agli antibiotici è stata quanto di più vicina abbiamo…

Leggi tutto Leggi tutto

In ricordo di Luis Sepulveda

In ricordo di Luis Sepulveda

Riportiamo dal sito di Amnesty Italia l’addio  a Luis Sepulveda  Il nostro addio a Luis Sepulveda è attraverso le sue parole. Quelle che ci ha donato scrivendo la prefazione di “Non sopportiamo la tortura“, libro di Amnesty International Italia edito da Rizzoli, Milano, nel 2000. Venti anni fa, mi sono fermato davanti alla porta di una casa ad Amburgo. Lì viveva una persona di cui conoscevo appena il nome, Ute Klemmer e, nonostante avessi ricevuto da lei una dozzina di lettere, nel risponderle non mi…

Leggi tutto Leggi tutto

Centinaia di europei, tra cui vigili del fuoco e sacerdoti, arrestati per “solidarietà” ai rifugiati: lo rivelano i dati

Centinaia di europei, tra cui vigili del fuoco e sacerdoti, arrestati per “solidarietà” ai rifugiati: lo rivelano i dati

May Bulman, Independent – Sabato 18 Maggio 2019 – Link all’articolo originale (ENG) Stando ad alcune ricerche, sono in netto aumento le persone incriminate per aver fornito cibo, riparo, trasporti ed altri “gesti elementari di gentilezza umana” ai richiedenti asilo in tutta Europa. Traduzione a cura di: Giuseppina Ferrari, Alessandro De Blasio Fonte: Meltingpot.org Vigili del fuoco, sacerdoti e donne anziane sono tra le centinaia di europei arrestati, o indagati, per aver dimostrato “solidarietà” ai rifugiati e ai richiedenti asilo…

Leggi tutto Leggi tutto

ARGENTINA: LE COMUNITÀ INDIGENE DENUNCIANO L’AVANZATA DELL’ESTRAZIONE DEL LITIO A JUJUY

ARGENTINA: LE COMUNITÀ INDIGENE DENUNCIANO L’AVANZATA DELL’ESTRAZIONE DEL LITIO A JUJUY

FONTE FARN Le comunità indigene nel bacino di Salinas Grandes e Laguna Guayatayoc denunciano l’avanzamento delle attività di estrazione del litio e la violazione dei loro diritti sanciti dalla Costituzione, Convenzione 169 dell’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) e la Dichiarazione delle Nazioni Unite sui diritti delle popolazioni indigene. Lunedi 4 febbraio le comunità si sono svolte nel posto provincia di Agua Dulce di Jujuy, per manifestare contro il campo minerario che le aziende stanno installando Losi e Ekeko lì per…

Leggi tutto Leggi tutto

ABUSI IN LIBIA: LA COMPLICITA’ DEI SOVRANISTI

ABUSI IN LIBIA: LA COMPLICITA’ DEI SOVRANISTI

  FONTE R/PROJECT.IT di Fulvio Vassallo Paleologo Non bastano i report e le testimonianze sugli abusi subiti dai migranti intercettai in acque internazionali dalla Guardia costiera libica e riportati nei lager dai quali erano fuggiti. Sempre più tragica, in particolare, la situazione dei somali e degli eritrei internati nei centri di detenzione contollati dalle milizie, senza alcuna distinzione possibile tra centri governativi e centri “informali”. Ovunque spadroneggiano i mercanti di esseri umani, che nessuna indagine penale sembra fermare. Non interessano i documenti di Amnesty…

Leggi tutto Leggi tutto

Loris Campetti: Landini segretario della Cgil in attesa del 9 febbraio

Loris Campetti: Landini segretario della Cgil in attesa del 9 febbraio

    Maurizio Landini ha preso in mano la ultracentenaria Cgil con la forza di un tornado, ma la sua non è una forza distruttrice. Si potrebbe parlare di sindacato del cambiamento se non fosse che chi usa questo sostantivo in politica è un gattopardo che vuole cambiare tutto per non cambiare niente, come fa il governo gialloverde o giallonero che dir si voglia con le politiche economiche, liberiste erano e liberiste restano. Landini vuole bene alle persone che rappresenta,…

Leggi tutto Leggi tutto

Canada: la rete per i diritti dei migranti mira a unire migranti e lavoratori

Canada: la rete per i diritti dei migranti mira a unire migranti e lavoratori

Pubblicato il 3 gennaio 2019 Di Zaid Noorsumar Fonte : Rankandfile.ca Trentacinque organizzazioni in tutto il Canada si sono coalizzate per formare la rete per i diritti dei migranti il 18 dicembre, la Giornata internazionale dei migranti. L’alleanza mira a lottare per i diritti dei migranti e combattere l’ondata crescente di razzismo nel paese. Unifor, Migrant Centre Resource Center Canada e No One is Illegal sono tra i membri della coalizione, che è composta prevalentemente da gruppi per i diritti…

Leggi tutto Leggi tutto

ControCorrente: unico motivo dei tagli, imbavagliare l’informazione

ControCorrente: unico motivo dei tagli, imbavagliare l’informazione

  FONTE ARTICOLO21 Tagli! Tagli! Tagli! Tagli all’editoria! L’attuale Governo dice di aver raggiunto il suo obiettivo cercando di far credere ai cittadini che è un risparmio per le casse dello Stato. E’ tra le più grandi fakenews che esperti di mistificazione hanno impacchettato e servito come amaro regalo di Natale a 10mila persone che lavorano nelle 150 testate mirate e colpite da questa legge di bilancio già sbilanciata, a dir poco, nell’impostazione. Esultare per questo obiettivo raggiunto, invece, vuole…

Leggi tutto Leggi tutto

L’apartheid istituzionale si va rafforzando in Italia. Sulla bozza di decreto Salvini e sulle crescenti revoche dell’accoglienza – di Gennaro Avallone

L’apartheid istituzionale si va rafforzando in Italia. Sulla bozza di decreto Salvini e sulle crescenti revoche dell’accoglienza – di Gennaro Avallone

FONTE EFFIMERA.ORG L’apartheid istituzionale si va rafforzando in Italia. Il Sole 24 Ore ha pubblicato il 23 agosto i contenuti della bozza di decreto legge che il Ministero dell’Interno sta elaborando per quanto riguarda il diritto di asilo e i diritti delle persone richiedenti protezione internazionale in Italia[1]. I contenuti più rilevanti riguardano l’aumento del numero di mesi di detenzione nei centri di espulsione (da 3 a 6 mesi); l’allargamento della lista dei reati che abilitano al rifiuto o alla…

Leggi tutto Leggi tutto

Nuovo processo a Milagro Sala: la difesa denuncia irregolarità

Nuovo processo a Milagro Sala: la difesa denuncia irregolarità

FONTE PRESSENZA.COM Il 24 di Luglio inizia un nuovo processo a Milagro Sala e a numerosi membri della sua associazione, la Tupac Amaru. Si tratta di uno dei processi più importanti, quello denominato “Pibes Villeros”, con un insieme di accuse inerenti presunte malversazioni dei fondi gestiti dall’organizzazione nel corso delle sue attività di costruzione di case popolari. La Tupac Amaru è diventata famosa nel mondo per aver creato un sistema virtuoso di cooperative di costruzione che permetteva di costruire a…

Leggi tutto Leggi tutto

“Libre o preso, Lula va a ser presidente de Brasil”

“Libre o preso, Lula va a ser presidente de Brasil”

“Libre o preso, Lula va a ser presidente de Brasil” Una mesa amplísima encabezada por la presidenta derrocada en Brasil convirtió la presentación del libro Lula – La verdad vencerá en un acto continental por la libertad del líder preso. Affermazione di Dilma Rousseff, presidente del Brasile un mandato pieno, eletta ancora una volta nel 2014, ha assunto l’incarico nel 2015 e rovesciata nel 2016: “Temo per la vita di Lula, per il cibo che mangia e per  l’acqua che…

Leggi tutto Leggi tutto

LA DISUGUAGLIANZA HA MILLE FACCE di Nadia Urbinati

LA DISUGUAGLIANZA HA MILLE FACCE di Nadia Urbinati

  FONTE FACEBOOK.COM Destra, sinistra e nuove categorie LA DISUGUAGLIANZA HA MILLE FACCE Nadia Urbinati Il segno più eclatante delle ultime consultazioni elettorali è stato da molti analisti sintetizzato così: la sinistra vince in centro e perde nelle periferie, dove vince il populismo nazionalistico o il gentismo anti-partitico. Il fenomeno non è solo italiano. Si è verificato con l’elezione di Trump, con Brexit e con l’arrivo di Macron all’Eliseo. Viene esaminato in relazione con la crescita delle diseguaglianze che hanno…

Leggi tutto Leggi tutto

Cosa abbiamo da perdere?

Cosa abbiamo da perdere?

Fonte LavoroeSalute Pubblicato da franco.cilenti   Hanno salvato 218 vite esposte a due alternative: la morte in mare su gommoni alla deriva o finire catturati dalla sedicente Guardia costiera libica, finanziata dall’UE, per essere riportati nelle mani di aguzzini usi a chiedere un riscatto, a torturare, a stuprare a rinchiudere in centri di detenzione. In un mondo normale sarebbero stati chiamati “eroi”, oggi invece come ormai noto perché anche la stampa mainstream ha sussultato, sono accusati di “associazione a delinquere”…

Leggi tutto Leggi tutto

In Polonia le donne tornano in piazza per l’aborto legale

In Polonia le donne tornano in piazza per l’aborto legale

FONTE  DINAMOPRESS   di Serena Fredda 19 marzo 2018 Dopo le pressioni della chiesa polacca, il partito di maggioranza conservatore ha messo in calendario l’estensione del divieto all’interruzione della gravidanza. Le donne polacche hanno ripreso la mobilitazione in tutto il paese e lanciato l’appello al movimento femminista globale In Polonia torna la protesta delle “grucce”. Dopo la black monday protest che paralizzò il paese lo scorso 3 ottobre del 2016 con il primo sciopero delle donne contro il divieto di aborto si…

Leggi tutto Leggi tutto

Il nemico interno/2 (articolo ripreso da Carmillaonline)

Il nemico interno/2 (articolo ripreso da Carmillaonline)

fonte Carmillaoline.com Pubblicato il 7 marzo 2018 · in Recensioni · di Alexik Prison Break Project, Costruire evasioni. Sguardi e saperi contro il diritto penale del nemico, Edizioni Bepress, 2017, pp. 277. A volte si incontrano dei libri necessari. Costruire evasioni. Sguardi e saperi contro il diritto penale del nemico, è sicuramente uno di questi. E’ un libro necessario perché finalmente qualcuno – un collettivo di ricercatori precari – si è assunto l’onere di fare il punto, in una prospettiva sia storica che…

Leggi tutto Leggi tutto

2 anni senza Giulio Regeni. 110 piazze d’Italia si tingono di giallo per chiedere verità e giustizia

2 anni senza Giulio Regeni. 110 piazze d’Italia si tingono di giallo per chiedere verità e giustizia

FONTE ARTICOLO21.ORG Tante le piazze da nord a sud che si sono tinte di giallo per ricordare Giulio Regeni a due anni dall’omicidio. Migliaia le persone che hanno preso parte in oltre 110 città, in tutto il Paese, a fiaccolate silenziose esattamente alle 19.41, l’orario dell’ultimo contatto telefonico di Giulio. E’ partito dal piazzale antistante le scuole di Fiumicello (Udine), paese natale di Giulio Regeni, la ‘Camminata dei diritti’, la marcia che ha dato il via alle iniziative in programma…

Leggi tutto Leggi tutto

Due anni a chiedere la liberazione di Milagro Sala

Due anni a chiedere la liberazione di Milagro Sala

 FONTE PRESSENZA.COM 17.01.2018 – Buenos Aires – Mariano Quiroga Quest’articolo è disponibile anche in: Spagnolo Nella mattinata di ieri (16 gennaio) si è tenuta una manifestazione nel centro di Buenos Aires per chiedere la liberazione della leader sociale Milagro Sala, nel secondo anniversario della sua detenzione arbitraria e illegale a Jujuy, nel nord dell’Argentina. Dall’Obelisco di Buenos Aires alla sua casa nella provincia di Jujuy i manifestanti hanno marciato cantando per la libertà di tutti i prigionieri politici in Argentina…

Leggi tutto Leggi tutto

Un anno di Daspo urbano

Un anno di Daspo urbano

 fonte dinamopress di Carmen Pisanello 5 gennaio 2018 Un primo bilancio sull’applicazione delle misure sulla sicurezza urbana di Minniti che stanno trasformando le città italiane in luoghi di controllo ed espulsione per i poveri. Spianando la strada all’estrema destra Il 31 Dicembre alcuni importanti quotidiani italiani hanno riportato i dati diffusi dal Viminale su migranti e sicurezza. Si tratta soprattutto di dati su accoglienza ed espulsioni che è possibile trovare sul sito del Viminale. Sul versante sicurezza sia Repubblica che Il Sole 24 Ore hanno riportato…

Leggi tutto Leggi tutto

Libia: ecco cosa succede nei centri di detenzione per migranti

Libia: ecco cosa succede nei centri di detenzione per migranti

FONTE ASGI 27/12/2017 Asilo / Protezione internazionale, Giurisprudenza, Libia Ecco le motivazioni della sentenza del 10 ottobre 2017 con cui la Corte d’assise di Milano ha condannato all’ergastolo un cittadino somalo ritenuto responsabile di gravissimi fatti di violenza commessi nei primi mesi del 2016 in un campo di raccolta dei migranti in Libia (cfr. comunicato dell’11 ottobre). Leggere le testimonianze delle persone offese sentite nel processo lascia senza fiato. Nel campo in cui le persone offese erano rinchiuse con la forza, e di cui…

Leggi tutto Leggi tutto

Governo dell’homelessness: dichiarare guerra ai poveri in nome del “decoro” e della “sicurezza urbana” – di Daniela Leonardi

Governo dell’homelessness: dichiarare guerra ai poveri in nome del “decoro” e della “sicurezza urbana” – di Daniela Leonardi

FONTE EFFIMERA  Autrice : Daniela Leonardi  Con l’abbassamento delle temperature, l’inverno ormai alle porte, i media riscoprono come di consueto l’esistenza delle persone senza dimora. Questa stagione è iniziata, contrariamente al solito, con articoli diversi dal racconto del pericolo di vita per chi è costretto a dormire all’aperto. Verso fine novembre abbiamo letto la notizia dell’applicazione del Daspo Urbano – previsto dal decreto Minniti-Orlando, convertito nella legge 48 del 2017 – comminato a una decina di persone homeless nella città…

Leggi tutto Leggi tutto

Chi sono loro per decidere quando e chi possiamo considerare italiano?

Chi sono loro per decidere quando e chi possiamo considerare italiano?

FONTE ARTICOLO21.ORG Articoli, Migrazioni 25 dicembre 2017 di: SABIKA SHAH POVIA Si parla di un Senato che non ha raggiunto il numero legale nell’aula di Palazzo Madama per discutere la lunga attesa riforma cittadinanza. Ma non è del tutto corretto. La maggioranza c’era fino a poco prima, quando è stata approvata la Manovra 2018. Chi ha lasciato quell’aula la mattina del 23 dicembre, lo ha fatto consapevolmente. Di proposito. Chi ha lasciato quell’aula ha scelto da che parte stare. Ha…

Leggi tutto Leggi tutto

Milagro Sala di nuovo ai domiciliari ma nella casa sbagliata

Milagro Sala di nuovo ai domiciliari ma nella casa sbagliata

16.12.2017 – Redazione Italia (Foto di Pagina 12) Ieri il giudice Pablo Pullen Llermanos ha ordinato che Milagro Sala fosse messa ai domiciliari nella località  di El Carmen, dove già aveva passato un primo periodo agli inizi si settembre, prima di essere di nuovo pretestuosamente messa in carcere. Il giudice ha dettato anche una serie di regole restrittive che poco hanno a che vedere con le regole internazionalmente risonosciute dell’arresto domiciliare, come controlli polizieschi e restrizione nelle visite.

DONAZIONI FORZATE

DONAZIONI FORZATE

fonte NIGRIZIA Il traffico di organi è legato strettamente al commercio di esseri umani, che forniscono “materia prima” gratuita e senza rischi. Un crimine estremamente lucroso che sembra essere in forte crescita e di cui finalmente si comincia a parlare. di Bruna Sironi   Il traffico di organi, di cui a lungo si è vociferato con scetticismo ed incredulità, è ormai venuto allo scoperto come uno dei più odiosi crimini legati al traffico di essere umani. Un crimine che sembra…

Leggi tutto Leggi tutto

Argentina, Roma: i diritti umani nel tempo di Macri

Argentina, Roma: i diritti umani nel tempo di Macri

FONTE PRESSENZA.COM 06.12.2017 – Redazione Italia I diritti umani nel tempo di Macri, il governo delle multinazionali: Benetton nelle terre dei Mapuche Incontro-dibattito giovedì 7 dicembre 2017 alle ore 19:00 presso la Casa del Popolo Via B. Bordoni, 50 – Torpignattara – Roma Il 7 dicembre 2017 presso la Casa del Popolo di Torpignattara si terrà un incontro che affronterà il delicato tema dei diritti umani in Argentina sotto il governo di Mauricio Macri. Al dibattito saranno presenti ospiti d’eccezione…

Leggi tutto Leggi tutto

“Per cambiare l’ordine delle cose”: la società civile si mobilita su diritti e immigrazione

“Per cambiare l’ordine delle cose”: la società civile si mobilita su diritti e immigrazione

  FONTE  PRESSENZA.COM Quelle oltre 500 persone arrivate il 3 dicembre a Roma da 130 città italiane per discutere su come cambiare l’ordine delle cose (della narrazione, ma soprattutto delle politiche in tema d’immigrazione), probabilmente non le vedrete spesso in televisione. Sicuramente meno spesso di quanto non si vedano quattro persone che fanno un blocco stradale. Doveva essere un evento celebrativo e conclusivo dell’insperato successo di un film – “L’ordine delle cose”, appunto, di Andrea Segre – ancora in sala…

Leggi tutto Leggi tutto

“Ikea disumana”, la rivolta dei clienti

“Ikea disumana”, la rivolta dei clienti

(Fotogramma) Pubblicato il: 30/11/2017 11:40 “Le persone non sono componibili, vergogna”, “non acquisterò mai più né li né in nessun altro punto vendita dell’Ikea fino a che non sarà risolta la questione”, “da oggi vi boicotterò e come me molte altre persone, non siete umani“, “non si licenziano madri in difficoltà, non comprerò più nulla da voi”, “anche qui dipendenti e clienti sono solo numeri. Da oggi sicuramente un numero in meno”, “disumani. Leggete un manuale con cui assemblarvi la…

Leggi tutto Leggi tutto

Ventimiglia libera – di Amelia Chiara Trombetta e Antonio G. Curotto

Ventimiglia libera – di Amelia Chiara Trombetta e Antonio G. Curotto

fonte effimera Riprendiamo da Parole sul confine questo report sulla giornata dello scorso 11 novembre a Ventimiglia.   Partiamo al mattino da Genova per Ventimiglia, portiamo con noi una confezione da 1 kg di anti-scabbia galenico fornitoci gratuitamente da una farmacia di Genova. Dopo un breve ma caldo incontro con Delia nel suo locale, ci rechiamo in bici presso l’info-point Eufemia, in via Tenda. Vogliamo incontrare i volontari presenti per parlare dei criteri di somministrazione del farmaco. La procedura prevede,…

Leggi tutto Leggi tutto

L’inferno dei profughi in Libia: diventano un’auto-accusa le giustificazioni dell’Italia di fronte alla denuncia Onu

L’inferno dei profughi in Libia: diventano un’auto-accusa le giustificazioni dell’Italia di fronte alla denuncia Onu

Fonte Pressenza.com 21.11.2017 – Redazione Italia (Foto di Medici senza Frontiere) “Cos’è oggi la Libia si sapeva già…”. O, ancora: “Sono cose terribili, ma in fondo già note”. E via di questo tono. E’ con dichiarazioni di questo genere che vari esponenti del Governo e del Parlamento italiano hanno reagito alla dura presa di posizione di Zeid Raad Al Hussein, il commissario Onu per i diritti umani il quale, evidenziando l’orrore dei lager libici, ha contestato la politica migratoria dell’Unione Europea, condannando…

Leggi tutto Leggi tutto

Seule face à la justice après avoir été violée

Seule face à la justice après avoir été violée

fonte  SOLIDAIRE.ORG par Françoise De Smedt Victime d’un viol, Norine raconte son parcourt pour nous permettre de comprendre les barrières à surmonter pour les victimes. Un témoignage qui montre aussi que la justice dans notre pays n’est pas au service des victimes. Norine a porté plainte au mois de décembre 2016 pour viol. Elle s’est rendue au commissariat de police à Liège où elle a été très bien accueillie. « On m’a demandé si je voulais que ce soit un homme…

Leggi tutto Leggi tutto

Palestine : 50 ans d’occupation, 50 ans de lutte ouvrière

Palestine : 50 ans d’occupation, 50 ans de lutte ouvrière

FONTE : EQUALTIME NEWS By Chloé Benoist 17 November 2017 Explore similar themes LABOURISRAELPALESTINEMIDDLE EAST-GLOBALEMPLOYMENTEXPLOITATIONARMED CONFLICTDEMOCRACYSDGSTRADE UNIONSLABOUR LAWS Share this page   A Palestinian worker on a construction site in the city of Bethlehem, in the southern occupied West Bank, on 27 September 2017. (Chloé Benoist) Malgré 30 ans de sa vie passés à travailler comme menuisier en Israël, et les 17 dernières années comme agriculteur dans la partie sud de la Cisjordanie occupée, Mohammad Issa Salah, âgé de 70 ans, a toujours…

Leggi tutto Leggi tutto

Lettera di Milagro Sala ai giudici

Lettera di Milagro Sala ai giudici

FONTE PRESSENZA.COM 16.11.2017 – San Salvador de Jujuy – Redacción Argentina Quest’articolo è disponibile anche in: Spagnolo   Ai giudici e pubblici ministeri di Jujuy: Oggi voglio scrivere quello che già tutti voi sapete, ma che credo sia necessario dire . Voi sapete che sono una perseguitata politica. Anche se dite pubblicamente il contrario, sapete che sono una perseguitata politica. Sapete che il mio arresto e la successiva detenzione sono state decise dal governatore Gerardo Morales. Sapete che le cause…

Leggi tutto Leggi tutto

Abbiamo fatto fuori questo Varoufakis – Toni Ferigo

Abbiamo fatto fuori questo Varoufakis – Toni Ferigo

fonte WORKINGCLASS.IT Il professore è uno scrittore prolifico. Oltre a testi e saggi di economia ,analisi politiche, pubblica anche riflessioni personali : “ pensieri di un marxista immaginario”, “ l’economia insegnata a mia figlia”. L’ultima in ordine di tempo è un diario sulla sua esperienza di ministro nel confronto con le istituzioni della “troika”, EU, IMF, Banca Europea in riunioni incontri, pour parler, dichiarazioni, etc.. Incontrò anche Matteo Renzi che pensò bene, dopo le sue dimissioni,di aprire un consiglio dei…

Leggi tutto Leggi tutto

Molestie ai danni di Milagro Sala

Molestie ai danni di Milagro Sala

FONTE PRESSENZA.COM 05.11.2017 – Redacción Argentina Quest’articolo è disponibile anche in: Spagnolo Comunicato del Comitato per la Liberazione di Milagro Sala Lo scorso mercoledì 1 novembre, alle ore 22:25, Milagro Sala è stata tradotta nel carcere di Alto Comedero, su ordine del giudice Pullern Llermanos,  dal sanatorio Los Lapachos, luogo in cui era stata sottoposta a colonscopia ed endoscopia, con anestesia, oltre ad altri esami clinici. Il fatto ha avuto inizio martedì 31 ottobre quando, dopo varie settimane di reclami,…

Leggi tutto Leggi tutto

Nuovi dati e nuovi diritti, per una nuova polis

Nuovi dati e nuovi diritti, per una nuova polis

FONTE SBILANCIAMOCI 27 ottobre 2017  Anche i dati sono beni comuni. Quelli amministrativi, ma anche quelli produciamo ogni giorno attraverso piattaforme proprietarie. Il significato e le implicazioni dei cambiamenti in corso nella raccolta di saggi “Il nostro diritto digitale alla città” a cura di Openpolis Non solo i dati delle pubbliche amministrazioni, ma anche quelli che produciamo spesso senza saperlo e perdendone subito il controllo hanno un enorme potenziale per la collettività e per i singoli cittadini. Ma il loro…

Leggi tutto Leggi tutto

“El Estado es responsable de la salud física, psíquica y moral de Milagro Sala”

“El Estado es responsable de la salud física, psíquica y moral de Milagro Sala”

fonte PAGINA12 La CIDH remarcó que la cautelar sigue vigente y debe ser cumplida “El Estado es responsable de la salud física, psíquica y moral de Sala” Luego de una semana de sesiones en Montevideo, la Comisión Interamericana de Derechos Humanos se pronunció sobre el incumplimiento de la cautelar que ordenó garantizar la salud y la vida de Milagro Sala. El titular del organismo recordó que la medida sigue vigente y que es de cumplimiento obligatorio. Durante el cierre de…

Leggi tutto Leggi tutto

L’Argentina chiamata a scegliere tra passato e futuro. Pensando a Maldonado

L’Argentina chiamata a scegliere tra passato e futuro. Pensando a Maldonado

FONTE PRESSENZA.COM 22.10.2017 – Redazione Italia A 78 giorni della scomparsa, e poco prima delle elezioni di medio termine per il rinnovo delle Camere, è riapparso il corpo di Santiago Maldonado. Dopo i primi esami, ieri è stata confermata l’identità del cadavere trovato martedì nelle acque del fiume Chubut, a qualche centinaia di metri da dove era stato visto l’ultima volta. SERGIO MALDONADO, FRATELLO di Santiago, che ha riconosciuto il cadavere, si è detto perplesso per il ritrovamento in una zona che era…

Leggi tutto Leggi tutto

Milagro Sala: la Corte d’Appello revoca i domiciliari; la difesa presenta ricorso

Milagro Sala: la Corte d’Appello revoca i domiciliari; la difesa presenta ricorso

01.10.2017 – San Salvador de Jujuy (Argentina) – Redacción Argentina Quest’articolo è disponibile anche in: Spagnolo La Corte d’Appello di Jujuy ha notificato alla difesa di Milagro Sala la revoca degli arresti domiciliari disponendo il suo ritorno all’Unità 3 del penitenziario di Alto Comedero. La decisione della corte è stata notificata dal Centro de Estudios Legales y Sociales (CELS) alla Comisión Interamericana de Derechos Humanos (CIDH).

Nelle ultime settimane le autorità egiziane hanno arrestato un numero di dirigenti sindacali indipendenti.

Nelle ultime settimane le autorità egiziane hanno arrestato un numero di dirigenti sindacali indipendenti.

Nelle ultime settimane le autorità egiziane hanno arrestato un numero di dirigenti sindacali indipendenti. Sono stati arrestati nove dirigenti e sette di questi sono ancora in prigione.  Tra i dirigenti arrestati vi sono dirigenti del sindacato dei lavoratori del settore delle tasse  sulla proprietà immobiliare e del sindacato dei lavoratori dell’azienda elettrica. Si teme che anche altri dirigenti sindacali possano essere arrestati. Il Centro Servizi per i Lavoratori e i Sindacati del Cairo ha chiesto il nostro aiuto per contribuire…

Leggi tutto Leggi tutto

Perché meno gommoni dalla Libia, mentre in mare si muore di più

Perché meno gommoni dalla Libia, mentre in mare si muore di più

FONTE  OPENIMMIGRATION  CHE RINGRAZIAMO Perché meno gommoni dalla Libia, mentre in mare si muore di più   21 settembre 2017 – FRANCESCA ROMANA GENOVIVA   Se è stato il codice di condotta per le Ong la ragione del calo nelle partenze dalla Libia, allora come mai erano già calate a luglio prima che il codice esistesse? E se il merito è dell’accordo economico con il governo Serraj, allora perché le partenze a settembre stanno riprendendo? E dove sta la vittoria…

Leggi tutto Leggi tutto

Caso Regeni:The Egyptian Commission for Rights and Freedoms (ECRF) is alarmed at the Egyptian government’s attempt to intimidate ECRF by a surprise visit aiming at closing ECRF’s office in Cairo

Caso Regeni:The Egyptian Commission for Rights and Freedoms (ECRF) is alarmed at the Egyptian government’s attempt to intimidate ECRF by a surprise visit aiming at closing ECRF’s office in Cairo

    September 2017 The Egyptian Commission for Rights and Freedoms (ECRF) is alarmed at the Egyptian government’s attempt to intimidate ECRF by a surprise visit aiming at closing ECRF’s office in Cairo. A committee from the Investment authority – accompanied by National Security and a police van – entered ECRF’s office claiming to hold a decision to close down the organization and attempted to put a wax seal on the office’s door on grounds that remain unknown. Lawyers present…

Leggi tutto Leggi tutto

La Prefettura di Milano invita i Comuni milanesi a revocare le ordinanze sindacali anti-richiedenti asilo

La Prefettura di Milano invita i Comuni milanesi a revocare le ordinanze sindacali anti-richiedenti asilo

FONTE  ASGI  19/09/2017 Asilo / Protezione internazionale, Dopo la segnalazione di ASGI e di altre associazioni, il Prefetto di Milano rende nota la lettera inviata alle amministrazioni rientranti nel territorio di sua competenza per segnalare i forti dubbi di legittimità delle ordinanze anti-richiedenti asilo. Il Prefetto di Milano segnala ai Sindaci che le ordinanze pretendono di intervenire su una materia di competenza statale, sulla base di un presunto pericolo grave e imminente che non sussiste e che comunque sarebbe costituito,…

Leggi tutto Leggi tutto

RAPPORTO IOM SUI MIGRANTI MORTI “VIAGGI FATALI” SULLE ROTTE DELLA SPERANZA

RAPPORTO IOM SUI MIGRANTI MORTI “VIAGGI FATALI” SULLE ROTTE DELLA SPERANZA

  FONTE NIGRIZIA CHE RINGRAZIAMO Oltre 22.500 persone sono scomparse o decedute negli ultimi tre anni e mezzo, secondo gli analisti dell’Organizzazione per le migrazioni, ma nessuno conoscerà mai il numero reale, che è molto più alto. Un esercito di uomini, donne e bambini, destinati a restare senza nome e, spesso, senza nemmeno una degna sepoltura. di Marco Cochi   L’Organizzazione internazionale per le migrazioni (IOM) ha pubblicato un nuovo rapporto sulle morti e le sparizioni di migranti in tutto il mondo….

Leggi tutto Leggi tutto

Brasile, “La nostra storia non è iniziata nel 1988”

Brasile, “La nostra storia non è iniziata nel 1988”

07.09.2017 FONTE – Unimondo (Foto di http://www.survival.it/) All’inizio di agosto era stata lanciata una vasta campagna internazionale per contrastare i tentativi del presidente brasiliano Michel Temer di commutare in legge un controverso parere legale sul possibile mancato riconoscimento territoriale ai popoli indigeni che non stavano occupando le loro terre ancestrali prima del del 5 ottobre 1988, quando l’attuale costituzione del paese è entrata in vigore. Questa nuova proposta, chiamata “marco temporal” o “limite temporale” dagli attivisti e dagli esperti in legge, lo scorso 16 agosto è stata rigettata…

Leggi tutto Leggi tutto

Il governo della Bielorussia ha lanciato una campagna infondata contro i sindacati indipendenti.

Il governo della Bielorussia ha lanciato una campagna infondata contro i sindacati indipendenti.

  Abbiamo bisogno del vostro sostegno per dire al governo di fermarsi. Il 2 agosto, Gennady Fedynch, presidente del Sindacato dei lavoratori della radio e dell’industria elettronica (REP) e membro del Comitato esecutivo di Industrial ALL, e Ihar Komlik, tesoriere del sindacato REP e dirigente regionale nella città di Minsk, e diversi membri dell’organizzazione sono stati fermati e interrogati dalle autorità bielorusse. I due dirigenti sindacali si trovano ora sotto inchiesta per presunta evasione fiscale su larga scala e rischiano…

Leggi tutto Leggi tutto

Paghi Sarraj che paga i trafficanti che ora fermano i migranti

Paghi Sarraj che paga i trafficanti che ora fermano i migranti

FONTE UNIMONDO.ORG Lunedì, 04 Settembre 2017    Foto: Remocontro.it «Secondo un accordo sostenuto dall’Italia (‘backed by Italy’, sostenuto in senso diretto dall’Italia), il governo di Tripoli ha pagato le milizie che una volta erano coinvolte nel contrabbando di migranti ad impedire agli immigrati di attraversare il Mediterraneo verso l’Europa, una delle ragioni della drastica diminuzione del traffico, secondo milizie e funzionari della sicurezza». La conferma di quanto riferito ieri da Remocontro, nel riprendere un reportage del Times di Londra da Roma. Meno infiorettata e…

Leggi tutto Leggi tutto

Se il sentimento umanitario finisce in minoranza

Se il sentimento umanitario finisce in minoranza

fonte saluteinternazionale Autore: Gavino Maciocco “Avverto i miei lettori: tutti coloro che non si inseriscono nella canea anti immigrazione e contro le Ong saranno soli. In questo momento l’odio verso le Ong e verso gli immigrati non ha pari, magari le mafie avessero avuto contro tutto questo impegno e questa solerzia” (Roberto Saviano, Repubblica, 5 agosto 2017). “Di questa estate italiana resterà una svolta nel senso comune dominante, dove per la prima volta il sentimento umanitario è finito in minoranza….

Leggi tutto Leggi tutto

Il trasferimento di Milagro Sala continua ad essere rinviato

Il trasferimento di Milagro Sala continua ad essere rinviato

FONTE PRESSENZA.COM 30.08.2017 – Redazione Italia Quest’articolo è disponibile anche in: Spagnolo (Foto di Prensa Tupac) 18 giorni di violazione internazionale La Magistratura di Jujuy continua a rinviare il trasferimento di Milagro Sala verso l’immobile sito in località El Carmen, secondo quanto disposto dai giudici Gaston Mercau e Pablo Pullen Llermanos. A un giornale lealista della provincia di Jujuy, il Ministro per la Sicurezza Ekel Meyer ha detto che nelle prossime 48-72 ore dovrebbe terminare il collocamento delle telecamere attorno…

Leggi tutto Leggi tutto

Tribunale di Napoli : prima condanna per sfruttamento lavorativo nelle fabbriche tessili

Tribunale di Napoli : prima condanna per sfruttamento lavorativo nelle fabbriche tessili

FONTE ASGI CHE RINGRAZIAMO 28/08/2017 Notizia,Tratta e sfruttamento lavorativo Sfruttamento lavorativo Come si è giunti al primo traguardo nel processo per sfruttamento lavorativo dei cittadini bengalesi dell’area Nord di Napoli:  “Questo processo, e soprattutto il suo esito, rappresenta una grande vittoria su più fronti”.   A tre anni dalla prima querela presentata dagli avvocati Amarilda Lici e Alessandro Del Piano (entrambi avvocati ASGI) dinanzi la DDA della Procura della Repubblica del Tribunale di Napoli, giunge finalmente ad un primo grande…

Leggi tutto Leggi tutto

Emergenza, ordine pubblico, legalità: ecco il deserto!

Emergenza, ordine pubblico, legalità: ecco il deserto!

FONTE MELTINGPOT.ORG CHE RINGRAZIAMO  Intervista a Luca Blasi di InterSOS, ONG attiva a Roma a sostegno dei migranti Il ruolo delle ONG si fa sempre più centrale nella gestione degli interventi che riguardano i migranti, in particolare InterSOS aveva attivato parecchi percorsi di sostegno a favore dei rifugiati che occupavano il palazzo di via Curtatone. In questa conversazione con Luca Blasi cerchiamo di tracciare un quadro della situazione nella Roma degli sgomberi. Luca, perché questo sgombero che trova tutti impreparati?In…

Leggi tutto Leggi tutto

IL PUGNO DI MINNITI SUI RICHIEDENTI ASILO

IL PUGNO DI MINNITI SUI RICHIEDENTI ASILO

FONTE FAMIGLIACRISTIANA.IT   Sugli immigrati ha inaugurato una nuova politica, imponendo un codice per le Ong e dando il via a una campagna di screditamento. Parla di legge e ordine citando Gramsci. Adesso fa manganellare i profughi, donne comprese. Dove vuole arrivare? 24/08/2017 di Francesco Anfossi Dicono che Marco Minniti stia lavorando per diventare il prossimo premier. Il vento contro i migranti sembra avergliene dato l’ occasione e anche i sondaggi lo danno in testa nelle classifiche di gradimento dei ministri, subito…

Leggi tutto Leggi tutto

Migranti, il naufragio Pd e la scelta di Lerner

Migranti, il naufragio Pd e la scelta di Lerner

  Autore: Gad Lerner FONTE NIGRIZIA  CHE RINGRAZIAMO Correva l’anno Duemila, lo stesso anno in cui ho cominciato a scrivere Giufà, la rubrica per Nigrizia, quando ho sentito per la prima volta un noto leader politico italiano proporre al telegiornale: “Dobbiamo sparare sulle imbarcazioni degli scafisti, affondiamole!”. In quel momento dirigevo il Tg1 e mi toccò dargli qualche minuto di gloria, pur sapendo entrambi che la sua sparata avrebbe lasciato il tempo che trovava. Nei diciassette anni successivi, tale ideona bellicosa…

Leggi tutto Leggi tutto

Quattro domande cruciali sulla Libia a Nancy Porsia

Quattro domande cruciali sulla Libia a Nancy Porsia

11 agosto 2017 – Fonte Open Migration che ringraziamo Il 10 agosto 2017, nel bel mezzo del tormentone contro la presunta disobbedienza delle Ong al codice di condotta del Viminale, la Marina libica, per voce del generale Abdelhakim Bouhaliya, comandante della base navale di Tripoli di Abu Sitta, annuncia di voler allargare il divieto di ingresso alle Ong di decine di chilometri oltre le canoniche 12 miglia nautiche nazionali, quindi in acque internazionali, istituendo una propria zona di “Search and…

Leggi tutto Leggi tutto

I domiciliari a Milagro Sala

I domiciliari a Milagro Sala

FONTE PRESSENZA.COM  17.08.2017 – San Salvador de Jujuy (Argentina) – Mariano Quiroga Quest’articolo è disponibile anche in: Spagnolo Lo stato della casa dove dovrebbe trasferirsi Milagro Sala (Foto di Tupac Amaru) Il governo argentino ha aspettato fino a dopo le elezioni per rispettare le disposizioni della CIDH (Commissione Inter-Americana sui Diritti Umani). Lo fa dopo la scadenza e nel peggiore modo possibile. La magistratura jujeña ha stabilito che a Milagro Sala siano concessi gli arresti domiciliari. Per continuare la tortura della leader sociale,…

Leggi tutto Leggi tutto

UNA DECISIONE POLITICA, SI TRATTA DI UN GENOCIDIO di Raniero Lavalle

UNA DECISIONE POLITICA, SI TRATTA DI UN GENOCIDIO di Raniero Lavalle

    Avendo come mandante l’Italia e l’Europa la Marina libica si annette un pezzo di Mediterraneo e minaccia e spara, per allontanare le ONG e impedire i soccorsi. Infatti le ONG sotto la minaccia delle armi – che abbiano firmato o no il codice ministeriale – hanno interrotto le operazioni di salvataggio. Noi ripariamo, finanziamo, armiamo e aumentiamo di numero le navi militari libiche, senza neanche sapere in mano a chi andranno a finire. Il ministro Minniti è molto…

Leggi tutto Leggi tutto

LIBIA, CAMBIA IL BUSINESS SUI MIGRANTI: CONVERSIONE DEGLI SCAFISTI IN CARCERIERI ?

LIBIA, CAMBIA IL BUSINESS SUI MIGRANTI: CONVERSIONE DEGLI SCAFISTI IN CARCERIERI ?

  Lo stratega Ministro Minniti è riuscito nel suo intento: il business sui rifugiati, in Libia, cambia riferimenti. Non saranno più gli scafisti a lucrare sui passaggi dei migranti via mare su gommoni di carta velina , sarà la guardia costiera libica a “salvare” i migranti riportandoli in Libia in hotspot che sono campi di concentramento finanziati dalla UE affinché i migranti vengano bloccati in prigioni con condizioni di vita intollerabili. Le ONG vengono allontanate, non potranno più prestare soccorsi…

Leggi tutto Leggi tutto

Milagro Sala

Milagro Sala

fonte ATLANTIDE di Ancora Fischia il Vento-Francesco Cecchini, 4 agosto 2017 POR MILAGRO SALA Te ocultan                                                                          En la cueva más oscura                                                    Del manto que cubre Jujuy.                                                   Tus alas resaltan                                                         Blancas en tanta oscuridad                                               Libres                                                                                Te buscan.                                                                    Pablo Campos Il Comitato per la libertà di Milagro Sala ha consegnato lo scorso primo agosto al presidente argentino, Mauricio Macri, una petizione firmata da 45,970 persone per chiedere la liberazione immediata della dirigente sociale detenuta a Jujuy (nord dell’Argentina). “I sottoscritti chiedono l’immediato…

Leggi tutto Leggi tutto

Comunicato Libertà e Giustizia

Comunicato Libertà e Giustizia

  Libertà e Giustizia chiede con forza al governo Gentiloni di ritirare, o almeno di riconsiderare profondamente, il Codice di Condotta che ha voluto imporre alle Organizzazioni Non Governative che, nel Mediterraneo, svolgono una fuzione umanitaria fondamentale, sopperendo meritoriamente all’ignavia e all’inerzia dei governi. Come ha notato l’Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione si tratta di una misura che «mina l’efficacia delle attività di soccorso». In altri termini, il costo di questo provvedimento ambiguo e sbagliato rischia di essere misurato…

Leggi tutto Leggi tutto

NOTA STAMPA MEDICI SENZA FRONTIERE

NOTA STAMPA MEDICI SENZA FRONTIERE

  Medici Senza Frontiere (MSF) non ha ricevuto alcuna comunicazione ufficiale dalla Procura di Trapani né da altre Procure in merito alla presunta inchiesta sulla nostra attività di ricerca e soccorso in mare. Quanto vediamo oggi negli organi di stampa sembra rilanciare accuse che già ci erano state rivolte alcuni mesi fa, a cui non erano seguite altre azioni o informazioni. Fin da allora ci siamo messi a disposizione delle Procure per fornire qualunque spiegazione richiesta su ogni nostra attività…

Leggi tutto Leggi tutto

INCHIESTA IUVENTA, CI SAREBBE UN LEGAME TRA I CONTRACTORS CHE HANNO DENUNCIATO LA ONG TEDESCA E I RAZZISTI IDENTITARI. IL RICATTO DI MINNITI A CHI NON FIRMA IL CODICE

INCHIESTA IUVENTA, CI SAREBBE UN LEGAME TRA I CONTRACTORS CHE HANNO DENUNCIATO LA ONG TEDESCA E I RAZZISTI IDENTITARI. IL RICATTO DI MINNITI A CHI NON FIRMA IL CODICE

FONTE POPOFF di Ercole Olmi «Tutte le Ong scelgano da che parte stare», tuona Minniti dalle colonne del Fatto di Travaglio, organo ufficiale del partito no Ong. Minniti, ex pezzo grosso dalemiano del Pci calabrese è ministro di polizia per conto del Pd, lo stesso partito di Esposito (quello che non ci possiamo permettere di salvare tutti ma dobbiamo permetterci il Tav), della sindaca di Codigoro, nel ferrarese, che alza le tasse a chi ospita profughi e, soprattutto di Renzi…

Leggi tutto Leggi tutto

“Non ci sono più scuse: Milagro Sala deve essere liberata”

“Non ci sono più scuse: Milagro Sala deve essere liberata”

fonte PRESSENZA.COM   Nonostante le operazioni del governo nazionale per evitare che la Commissione InterAmericana sui Diritti Umani (CIDH) sentenziasse sulla detenzione arbitraria di Milagro Sala, l’organismo internazionale ha emesso l’ingiunzione è stata richiesta da CELS, Amnesty International e ANDHES e ha ordinato che il governo nazionale, in quanto parte del sistema interamericano, deve provvedere al rilascio immediato richiesto dal Gruppo di lavoro sulle Detenzioni arbitrarie delle Nazioni Unite o, in alternativa, concederle gli arresti domiciliari o la libertà vigilata…

Leggi tutto Leggi tutto

Vittoria delle donne tunisine: il parlamento approva la legge contro la violenza

Vittoria delle donne tunisine: il parlamento approva la legge contro la violenza

(Foto di Amnesty International) FONTE PRESSENZA.COM Le donne tunisine hanno lottato per decenni, sostenute dalle organizzazioni per i diritti umani nazionali e internazionali. Il parlamento, il 26 luglio, ha dato loro ragione approvando la Legge sull’eliminazione della violenza sulle donne che, se applicata, potrà porre fine alla violenza di mariti, parenti ed estranei. La legge definisce violenza contro le donne “ogni aggressione fisica, psicologica, sessuale o economica basata sulla discriminazione tra i due sessi” così come “la minaccia di tale…

Leggi tutto Leggi tutto

Processo Sabr, in Italia esiste la schiavitù

Processo Sabr, in Italia esiste la schiavitù

fonte Sbilanciamoci Antonio Ciniero 18 luglio 2017 | Sezione: Italie La sentenza dello scorso 13 luglio che ha riconosciuto il reato di riduzione in schiavitù a carico di alcuni imprenditori agricoli è il punto di arrivo di un cammino iniziato nel 2011, con lo sciopero dei braccianti alloggiati all’interno della masseria Boncuri a Nardò In Italia ci sono uomini ridotti in schiavitù. Parte del lavoro agricolo stagionale del nostro paese, quello che fa crescere il nostro PIL, che permette l’esportazione e…

Leggi tutto Leggi tutto

Turchia: aumentano le pressioni internazionali per il rilascio dei difensori dei diritti umani

Turchia: aumentano le pressioni internazionali per il rilascio dei difensori dei diritti umani

 FONTE PRESSENZA.COM 21.07.2017 – Amnesty International Il flash mob di giovedì 20 luglio a Roma con gli attivisti di Amnesty simbolicamente ammanettati davanti al Colosseo (Foto di Amnesty International italia) Pochi giorni dopo il rinvio in detenzione preventiva di sei difensori dei diritti umani in Turchia, la Commissione europea si è aggiunta ai governi e ai leader mondiali, tra cui Angela Merkel, per chiedere il loro rilascio immediato e incondizionato.   Il 20 luglio un portavoce della Commissione europea ha…

Leggi tutto Leggi tutto

La memoria delle sparizioni in Argentina e la storia politica del “Nunca Más” nel libro di Emilio Crenzel

La memoria delle sparizioni in Argentina e la storia politica del “Nunca Más” nel libro di Emilio Crenzel

fonte CENTROTRAME di Daniele Salerno Il 24 marzo ricorre il 41° anniversario del golpe che in Argentina portò al potere i militari. In questa giornata il paese sudamericano ricorda gli anni della dittatura e le vittime del terrorismo di stato. Tra queste i desaparecidos occupano un posto centrale e tragico. Nei sette anni della dittatura militare (1976-1983) migliaia di persone furono rapite, sequestrate nei centri clandestini del paese, uccise dai militari e i loro resti fatti sparire (per esempio nei…

Leggi tutto Leggi tutto

“Ecco perché questa legge sulla tortura non va bene”. Intervista a Luigi Manconi di Donatella Coccoli

“Ecco perché questa legge sulla tortura non va bene”. Intervista a Luigi Manconi di Donatella Coccoli

FONTE CONTROLACRISI.ORG Sì definitivo dell’Aula della Camera al disegno di legge che introduce nell’ordinamento italiano il reato di tortura. Il testo è stato approvato alla Camera con 198 voti a favore, 35 contrari e 104 astenuti. A favore del testo hanno votato Pd e Ap. Contro Fi, Cor, Fdi e Lega. Ad astenersi sono stati M5S, Si, Mdp, Scelta civica e Civici e innovatori.  A 30 anni dalla convenzione Onu contro la tortura e a 16 anni dai fatti della…

Leggi tutto Leggi tutto

Il governo turco mette in vendita le proprietà e le licenze di trasmissione di 8 gruppi editoriali messi sotto sequestro dopo il fallito golpe del luglio sorso

Il governo turco mette in vendita le proprietà e le licenze di trasmissione di 8 gruppi editoriali messi sotto sequestro dopo il fallito golpe del luglio sorso

FONTE PRIMAONLINE CHE RINGRAZIAMO Il governo turco mette all’asta le proprietà di 8 tra i gruppi editoriali posti sotto sequestro nelle settimane successive al fallito colpo di stato del luglio 2016. Stando a quanto segnala lo Stockholm Center for freedom – che riprende un comunicato del Savings Deposit Insurance Fund (TMSF), fondo di garanzia del sistema bancario del paese – la vendita riguarda i beni di Can Erzincan, Barış e Ört TV stations, comprese le loro licenze di broadcasting, ma…

Leggi tutto Leggi tutto

Il numero dei migranti (che non sono numeri) da Unimondo.org

Il numero dei migranti (che non sono numeri) da Unimondo.org

FONTE UNIMONDO Giovedì, 29 Giugno 2017 Foto: UNHCR Perché usare dati e statistiche quando si scrive di migranti e rifugiati? Perché i numeri aiutano 1) a “pulire” l’informazione dalle scorie di pregiudizi e luoghi comuni; 2) a certificare e a fondare meglio le argomentazioni; 3) a verificare affermazioni discutibili (fact cheking). È questa la sollecitazione dell’Associazione Carta di Roma, fondata nel dicembre 2011 per dare attuazione all’omonimo protocollo per un’informazione corretta sui temi dell’immigrazione siglato dall’Ordine dei Giornalisti e dalla Federazione della Stampa Italiana nel giugno…

Leggi tutto Leggi tutto

I denti di #Farinetti e il sorriso di Marta Fana – di Alberto Prunetti

I denti di #Farinetti e il sorriso di Marta Fana – di Alberto Prunetti

UN ARTICOLO DI ALBERTO PRUNETTI FONTE WUMINGFOUNDATION di Alberto Prunetti Non guardo quasi mai la televisione e ci ho messo almeno un giorno per vedere il finto duello, con colpi telefonati, tra Porro e Farinetti, con l’irruzione – questa vera e tagliente – di Marta Fana, ricercatrice di economia a Scienze politiche a Parigi, che affonda accuse al padrone di Eataly. Accuse già comparse su libri, articoli e volantini sindacali, ma che nessuno aveva avuto il coraggio di scagliargli contro…

Leggi tutto Leggi tutto

E’ uscito il numero 91 del Settimanale di Punto Rosso-Lavoro21

E’ uscito il numero 91 del Settimanale di Punto Rosso-Lavoro21

Lo potete scaricare qui: http://www.puntorosso.it/uploads/1/7/0/3/17033228/lav21-sett-n91-s.pdf In questo numero: Fare la sinistra, non solo per prendere i voti… per sopravvivere e rigenerarsi di Roberto Mapelli Dal Brancaccio inizia un nuovo percorso, non ancora un partito di Luciana Castellina D’Alema: «A sinistra è vietata la rottura, per tutti noi è l’ultima chiamata» di Daniela Preziosi Una sinistra che non c’è ancora, fondata sulla attuazione della Costituzione Parla Anna Falcone, dopo l’assemblea del Brancaccio. Buona lettura e diffondete! *** PROSSIME INIZIATIVE DI PUNTO…

Leggi tutto Leggi tutto

Perché formare un comitato tedesco per la libertà di Milagro Sala?

Perché formare un comitato tedesco per la libertà di Milagro Sala?

FONTE PRESSENZA.COM 11.06.2017 – Germania – Evelyn Rottengatter Quest’articolo è disponibile anche in: Tedesco Nell’ambito della campagna internazionale che si impegna per la liberazione di Milagro Sala in Argentina, si è appena formato anche un comitato tedesco, che si aggiunge alla lista sempre crescente dei diversi comitati in tutto il mondo. Essi sono presenti oltre che in Argentina anche in Brasile, Perù, Messico, Canada, Italia, Spagna, Francia, Olanda e nel Regno Unito, e probabilmente anche in altri luoghi. L’esigenza di…

Leggi tutto Leggi tutto

Omicidi di stato sottaciuti dai media

Omicidi di stato sottaciuti dai media

Autore Franco Cavalli fonte area7.ch Recentemente sono stato per quasi due settimane in quattro paesi del Centro America e poi a Cuba. Su tutto ciò riferirò più ampiamente nel prossimo numero dei Quaderni del Forum Alternativo e nelle pubblicazioni dell’Associazione per l’aiuto medico al Centro America (Amca), dato che lo scopo principale del mio viaggio era appunto quello di visitare i progetti di questa associazione. Qui mi limito a raccontare soltanto una delle impressioni forti vissute durante questo viaggio.

Arrestato il presidente di Amnesty International Turchia

Arrestato il presidente di Amnesty International Turchia

      fonte PRESSENZA.COM Taner Kiliç, presidente di Amnesty International Turchia, è stato arrestato la mattina del 6 giugno, insieme ad altri 22 avvocati, nella città di Smirne. L’accusa, per tutti, è di aver avuto legami col movimento guidato da Fethullah Gülen, sospettato di aver ideato il fallito colpo di stato del luglio 2016. “Il fatto che la purga successiva al tentato colpo di stato abbia raggiunto persino il presidente di Amnesty International dimostra fino a che punto il governo turco sia arrivato. La storia di Taner Kiliç…

Leggi tutto Leggi tutto

Alla Camera la conferenza sui diritti umani in Argentina

Alla Camera la conferenza sui diritti umani in Argentina

FONTE PRESSENZA.COM 07.06.2017 – Dario Lo Scalzo (Foto di Magalì Buj) Martedì 6 giugno presso la sala stampa della Camera dei Deputati si è svolta la conferenza sullo stato dei diritti umani in Argentina. A introdurre l’incontro la deputata Articolo Uno – Movimento Democratico e Progressista, Giovanna Martelli che partendo dalla difficile situazione che si vive in Argentina in materia di diritti umani ha poi posto l’accento sui preoccupanti scenari che si stanno disegnando anche nel resto del continente sudamericano….

Leggi tutto Leggi tutto

El feliz mundo neoliberal La homogeneización de los criterios de normalidad, salud y enfermedad en función de intereses económicos y sociales

El feliz mundo neoliberal La homogeneización de los criterios de normalidad, salud y enfermedad en función de intereses económicos y sociales

FONTE PAGINA12.AR.COM La autora advierte que, al igual que en la novela de Huxley, el neoliberalismo instala el ideal de felicidad a través del disciplinamiento y plantea una sociedad medicalizada, fundada en un supuesto funcionamiento normal y regimentado que homogeneiza. Por Nora Merlin *   Un mundo feliz, la novela del escritor británico Aldous Huxley publicada en 1932, narra la realización de un experimento consistente en producir una organización social feliz a través de la medicalización y la hipnopedia. Quienes…

Leggi tutto Leggi tutto